Assemblea dei Soci 2020

Assemblea dei Soci 2020

L’Assemblea dei Soci di AEG Coop

Il Consiglio di Amministrazione di Azienda Energia e Gas Società Cooperativa nel rispetto di quanto previsto dagli articoli 27/28/29/30 del vigente Statuto Sociale, comunica la data dell’Assemblea:

Sede legale di AEG Coop, Via dei Cappuccini, 22/A – Ivrea
In prima convocazione: Lunedì 29 Giugno 2020 ore 9:00 e in seconda:

Martedì 30 Giugno 2020 ore 18:00 a porte chiuse

Ordine del giorno

    1. Bilancio al 31/12/2019
      • Approvazione bilancio civilistico di esercizio al 31/12/2019
      • Relazione sulla gestione
      • Relazione del collegio sindacale
      • Relazione della società di revisione
      • Presentazione del bilancio consolidato di gruppo
      • Deliberazioni inerenti e conseguenti
    2. Nomina di un Consigliere di Amministrazione

Risultati votazioni

Punto 1

392 voti favorevoli0%
1 voto contrario0%
4 voti astenuti0%

Punto 2

381 voti favorevoli0%
0 voti contrari0%
16 voti astenuti0%

Punto 1 – Bilanci 2019

Clicca sulle copertine per scaricare i Bilanci, riferiti all’esercizio 2019.

Presentazione dei Bilanci di Gruppo per l’esercizio 2019 con commento per gli highlights.

Punto 2 – Nomina di un Consigliere di Amministrazione

La cooperativa è impegnata in un importante percorso di innovazione e riposizionamento delle proprie attività. In questa prospettiva siamo consapevoli che nel futuro i servizi ed i prodotti che dovremmo dare ai Soci nel campo dell’efficientamento e del risparmio energetico, avranno un alto contenuto di tecnologia. In questa prospettiva come Consiglio di Amministrazione, dovendo procedere alla cooptazione di un consigliere, abbiamo cercato una persona giovane con solide competenze nello sviluppo di prodotti e servizi innovativi.

Vi proponiamo quindi di nominare come Consigliere di Amministrazione Jody Saglia, 38 anni, ingegnere.

Di seguito trovate una breve presentazione


È particolarmente dura non poter svolgere la nostra Assemblea in maniera tradizionale quest’anno, per una Cooperativa il contatto con i propri Soci è essenziale, ma dobbiamo per ora attenerci alle disposizioni, sperando di poterci rivedere presto.

Modalità di delega con istruzioni di voto

Partecipazione all’Assemblea

Hanno diritto di intervenire all’Assemblea i Soci in conformità a quanto stabilito dalla legge e dallo Statuto Sociale.

In considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, in forza della disciplina eccezionale contenuta nel Decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18 (il “Decreto”), l’intervento in Assemblea si svolgerà esclusivamente tramite un Rappresentante Designato (come di seguito definito), cui sarà possibile conferire delega ed istruzioni di voto su tutte o alcune delle proposte all’ordine del giorno, con le modalità e nei termini di seguito descritti.

La Società ha designato Aholding S.r.l., quale soggetto (“Rappresentante Designato”) al quale i Soci possono conferire gratuitamente delega e istruzioni di voto, mediante sottoscrizione dello specifico modulo disponibile di seguito, da far pervenire al Rappresentante Designato, congiuntamente a copia della propria carta d’identità, alternativamente con una delle seguenti modalità:

Al Rappresentante Designato potranno essere conferite altresì sub-deleghe, in conformità a quanto previsto dall’art. 28.3 dello Statuto in vigore, mediante sottoscrizione di un modulo anch’esso reperibile con le modalità di cui sopra.

Diritto di porre domande sulle materie all’ordine del giorno

Coloro ai quali spetta il diritto di voto possono porre domande sulle materie all’ordine del giorno prima dell’Assemblea (ovvero entro il 29 giugno 2020) mediante invio di comunicazione all’indirizzo di posta elettronica certificata assemblea@arubapec.it o mediante consegna delle stesse al Rappresentante Designato, negli orari di sportello precedentemente indicati. Le domande e le risposte verranno pubblicate su questa pagina prima della data dell’Assemblea. La Società fornirà risposte unitarie a domande aventi lo stesso contenuto.


Modulistica

Qui di seguito si rendono disponibili il modulo per il conferimento della delega e delle istruzioni di voto al Rappresentante Designato e il modulo per l’eventuale sub-delega al Socio:

 

AEG Coop a sostegno della riduzione dell’utilizzo di plastica!

Quest’anno abbiamo pensato, per contribuire alla riduzione dell’inquinamento da plastica, di regalare ai Soci che esprimeranno la loro intenzione di voto, sia di persona sia via mail, una borraccia riutilizzabile con il logo della Cooperativa così da poter essere, ancora una volta, distanti ma vicini. 

Cari Soci,

Viviamo un periodo che mai avremmo immaginato di vivere e che ci obbliga a cancellare prudenzialmente tanti eventi di vita comune. È davvero triste non avere la possibilità quest’anno di svolgere la nostra Assemblea in maniera tradizionale. Per una Cooperativa il contatto con i propri Soci è essenziale. Oggi, però, è necessario attenerci alle disposizioni, sperando di poterci rivedere presto. D’altro canto, come persone che lavorano quotidianamente per AEG, siamo orgogliosi di essere riusciti a trasformare repentinamente l’organizzazione nell’ottica dello smart working, continuando a dare ai nostri soci un servizio di qualità, una presenza costante e la possibilità di vivere la cooperativa e l’Assemblea con tutte le informazioni necessarie

L’anno 2019, come ogni anno, è stato intenso e pieno di attività per la cooperativa, progetti che stanno segnando questa fase di profonda trasformazione del nostro Gruppo.


Il perimetro dei ricavi della gestione caratteristica ha avuto un significativo incremento, passando da 29,2 milioni a 33,3 milioni di euro, permettendo di conseguire un risultato operativo positivo, senza considerare ricavi e costi non ricorrenti, pari a circa 500 mila euro


Il bilancio consolidato ha chiuso con un utile ante imposte a livello di 1,5 milioni di euro ed un utile netto lievemente inferiore al milione di euro


A livello di bilancio civilistico è stato confermato il risultato positivo della gestione caratteristica, in linea con i valori del 2018.


Questi risultati confermano la bontà del percorso intrapreso che sta restituendo alla nostra cooperativa la possibilità di progettare investimenti per implementare le strategie di sviluppo sostenibili per il nostro territorio. La nostra intenzione è quella di essere un soggetto con funzione di aggregatore di risorse per le sfide del futuro nel campo dell’energia e della competitività territoriale.


Il bilancio civilistico 2019 della nostra cooperativa è caratterizzato in modo significativo dagli importanti eventi e valutazioni successive alla gestione caratteristica, registra infatti un livello di EBITDA più che soddisfacente, pari a 953 mila euro. Tuttavia il perdurare del quadro di incertezza sulle tempistiche e sulle regole di attuazione delle gare d’ambito per la distribuzione del gas, con una attesa che potrebbe essere superiore al periodo di governo dell’attuale consiglio di amministrazione, e le osservazioni comunicate dall’Autorità alla nostra controllata Reti Distribuzione, ci hanno indotto a procedere ad una valutazione prudenziale della partecipazione in Reti Distribuzione, effettuata secondo il metodo dei flussi di cassa attualizzati, che ha determinato un effetto di svalutazione contabile complessiva pari a circa 5,9 milioni di euro.


Queste azioni rendono più forte il nostro gruppo aprendo concrete possibilità di collaborazioni e di stipula di accordi strategici come quello che abbiamo finalizzato a maggio 2020 con Italgas che ha rilevato il 15% di Reti Distribuzione srl. Le reti di collaborazioni sono fondamentali per il nostro sviluppo strategico e per la nostra presenza territoriale, oggi, infatti, siamo concentrati in un processo di riposizionamento della nostra cooperativa che pur valorizzando gli ambiti tradizionali delle nostre attività, possa creare le condizioni per investire risorse nelle sfide future del mercato dell’energia


In questa prospettiva abbiamo anche condotto la nostra presenza mutualistica; attraverso la Fondazione di Comunità del Canavese siamo stati un importante punto di riferimento territoriale in un momento delicato come questo. Anche il progetto ICONA di riqualificazione delle fabbriche ex Olivetti ha fatto importanti passi avanti. Nel corso del 2019 si sono insediate diverse società presso le Officine ICO dove oggi lavorano circa 600 persone.


Sappiamo, cari soci, come più volte detto, che i risultati raggiunti non sono un punto di arrivo, ma una condizione di base per affrontare le complesse sfide future, la nostra è una cooperativa con un’energia che guarda al futuro, un’energia che guarda alle future generazioni ed al futuro del nostro territorio, siamo “l’energia di chi ti sta vicino”, ed in un momento come quello attuale, che non ci permette di incontrarci di persona, abbiamo lavorato per poter essere “DISTANTI, MA VICINI”.

Andrea Ardissone

Comunicati stampa

Di seguito l’elenco dei comunicati stampa con tematica assembleare diramati da AEG Coop.

L’Assemblea dei Soci, che può essere ordinaria e straordinaria, è composta da tutti coloro che alla data dell’Assemblea risultino iscritti da almeno 90 (novanta) giorni.

L’Assemblea, sia ordinaria sia straordinaria, è convocata con avviso (contenente l’ordine del giorno, il luogo, anche diverso dal comune in cui ha sede la Società Cooperativa, la data e l’ora di prima e seconda convocazione, con l’intervallo di almeno 24 ore), pubblicato almeno quindici giorni prima della data fissata per la prima convocazione.

Nei quindici giorni antecedenti all’Assemblea i Soci legittimati a partecipare potranno far pervenire domande scritte ed ottenere le relative risposte in Assemblea o antecedentemente ad essa con le modalità previste da apposito Regolamento.

 

ASSEMBLEA ORDINARIA

L’Assemblea ordinaria deve essere convocata:

  • almeno una volta all’anno entro i centoventi giorni successivi alla chiusura dell’esercizio Sociale estensibile fino a centottanta giorni quando la Società Cooperativa sia tenuta al bilancio consolidato o abbia convocato le Assemblee separate o se lo richiedano particolari esigenze relative alla struttura e all’oggetto della Società Cooperativa. Gli Amministratori segnalano nella relazione al bilancio le ragioni della dilazione (art. 2364 c.c.);
  • quando il Consiglio di Amministrazione lo ritenga necessario;
  • dal Collegio Sindacale nei casi previsti dalla legge;
  • dagli Amministratori o, in loro vece, dai sindaci entro trenta giorni dalla ricezione della richiesta, qualora questa sia fatta per iscritto e con indicazione delle materie da trattare, di almeno il 7% dei Soci aventi diritto al voto.

L’assemblea ordinaria:

  • delibera sul bilancio della Società;
  • nomina e revoca gli Amministratori;
  • nomina i Sindaci ed il Presidente del Collegio Sindacale e, sussistendo la giusta causa, provvede alla loro revoca;
  • conferisce l’incarico alla Società di revisione per la certificazione del bilancio di esercizio;
  • conferisce l’incarico, a Società o al Collegio sindacale, per il Controllo Contabile;
  • determina il compenso degli Amministratori e dei Sindaci e il valore massimo complessivo per i compensi relativi a particolari incarichi quali, in via esemplificativa, quelli del Presidente, degli Amministratori delegati ed eventualmente, se nominato, del Comitato esecutivo;
  • delibera sulla responsabilità degli Amministratori e dei Sindaci;
  • delibera sugli altri oggetti attribuiti alla sua competenza dalla legge e dal presente statuto o sottoposti al suo esame dagli Amministratori;
  • delibera, nell’anno precedente la scadenza delle rispettive cariche Sociali, il numero degli Amministratori da eleggere;
  • delibera sui Regolamenti sottoposti alla sua approvazione;
  • delibera su eventuali domande di riesame delle delibere di diniego di ammissione a Socio da parte del Consiglio.

In tutti i casi delibera esclusivamente sui punti all’ordine del giorno.

 

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

L’Assemblea straordinaria delibera su:

  • modifiche allo Statuto;
  • nomina, sostituzioni e poteri dei liquidatori;
  • ogni altra materia attribuitale dalla legge o dal presente Statuto.

 

ASSEMBLEE SEPARATE

Verificandosi i presupposti di legge di cui all’art. 2540 c.c., nell’ottica di agevolare la partecipazione dei Soci, le Assemblee, sia ordinaria che straordinaria, vengono svolte attraverso assemblee separate.

 

ASSEMBLEA GENERALE

La convocazione dell’Assemblea generale deve avvenire non prima di otto giorni dall’ultima assemblea separata.

Il funzionamento dell’Assemblea segue quanto normato all’art. 28.2 del vigente Statuto.

In particolare, durante l’Assemblea generale:

  • viene data lettura dei verbali delle Assemblee separate;
  • vengono ascoltate e recepite le mozioni che i delegati esprimono in rappresentanza delle indicazioni ricevute dalle rispettive assemblee;
  • vengono votati nuovamente i punti all’ordine del giorno;
  • si redige il verbale conclusivo;
  • si proclama l’esito finale delle votazioni.

 

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE – COMPOSIZIONE

Il numero dei consiglieri previsto non potrà essere inferiore a 5 (cinque), superiore a 15 (quindici), né un numero pari.

La maggioranza dei candidati amministratori devono essere Soci ed in regola con i loro adempimenti nei confronti della Società Cooperativa a qualsiasi titolo.

La presentazione della candidatura deve essere corredata di certificato penale e può essere fatta a partire dalla data di convocazione dell’assemblea per il rinnovo degli organi di amministrazione e fino a 7 (sette) giorni prima della data fissata per l’assemblea stessa in prima convocazione. Inoltre i candidati devono allegare alla loro candidatura le informazioni su caratteristiche personali e professionali in base a uno schema definito nel regolamento Soci.

Non possono essere eletti, sindaci, liquidatori o dipendenti di società controllate. Non sono eleggibili coloro che non hanno ancora compiuto 30 anni al momento della convocazione dell’Assemblea né coloro che hanno già compiuto 75 anni a tale momento.

 

COLLEGIO SINDACALE – COMPOSIZIONE

Possono candidarsi a far parte del Collegio sindacale gli iscritti nel registro dei revisori legali dei conti istituito presso il ministero della giustizia. Le modalità di presentazione della candidatura sono le stesse previste per l’elezione a consigliere di amministrazione (art. 31, quarto comma) e le disposizioni organizzative per il rinnovo delle cariche Sociali, con riferimento alle tempistiche e alle modulistiche impiegate, sono contenute nel Regolamento del Socio.

L’Assemblea elegge il collegio sindacale composto da 3 (tre) membri effettivi e due supplenti, i quali subentrano a quelli effettivi in caso di morte, rinuncia, decadenza.

 
Maggiori informazioni sono presenti nello Statuto della Cooperativa.
> Vai alla sezione dedicata

Assemblea dei Soci 2019

Assemblea dei Soci 2019

Assemblea dei Soci 2018

Assemblea dei Soci 2018

Assemblea dei Soci 2017

Assemblea dei Soci 2017

Assemblea dei Soci 2016

Assemblea dei Soci 2016

Assemblea dei Soci 2015

Assemblea dei Soci 2015

Domande e risposte

Di seguito l’elenco delle domande pervenuteci dai Soci con le relative risposte.

DOMANDA 1

Domanda del Socio Francesco De Giacomi

Le dimissioni di Sosso a maggio possono aver peggiorato la qualità del controllo interno fino ad ora seguita. Il nuovo amministratore cooptando ha infatti competenze tecnologiche, non certo simili a quelle di Sosso.
Infatti Sosso aveva le competenze per esercitare il controllo funzionale sul responsabile della amministrazione ecc ( che altrimenti sarebbe dipeso gerarchicamente solo dalla direzione) come descritto nella Relazione sul governo della cooperativa.
Dalla relazione sulla gestione non può certo risultare quale schema organizzativo il cda ha seguito dopo le dimissioni di Sosso né i motivi della nomina di Sosso a Presidente di AEG Reti, data la sua preparazione non tecnica e i non complessi problemi finanziari di AEG Reti.
Anche la relazione del Collegio Sindacale ovviamente non può parlare della schema organizzativo post uscita di Sosso.
Ma quale socio desidero chiarimenti su questo importante problema emerso a maggio e quali eventuali provvedimenti sono stati attuati.
Non vorrei infatti che si creasse una situazione simile a quella che ha portato al disastro Tradecom, quando il direttore era capo assoluto anche del responsabile dell’amministrazione e controllo di gestione, come ben ricorderete.
In attesa di una vostra risposta, faccio presente che secondo me esistono varie alternative per risolvere il problema.

  1. un membro del cda qualificato (Sabolo?) potrebbe avere un mandato interno simile a quello di Sosso, naturalmente retribuito tenuto conto dei suoi numerosi incarichi
  2. il collegio sindacale potrebbe esercitare questa funzione in modo indiretto esprimendo il suo parere vincolante sul sistema di incentivazione del direttore e del responsabile della amministrazione e sulla sua applicazione concreta
  3. consulenza di Sosso per esercitare il controllo funzionale fino ad ora svolto.

Chiedo anche il parere del Collegio Sindacale sul problema
Mi riservo il diritto di replica.
Il mio voto sarà espresso dopo la risposta.

Cordiali saluti
Francesco De Giacomi

Risposta del Presidente di AEG Coop

Buongiorno dott. De Giacomi,
rispondiamo alla sua del 18/6/2020 dalla quale riassumiamo due considerazioni principali:

  1. Per ciò che concerne i motivi della nomina di Sosso a Presidente di Reti Distribuzione srl, il cambio di governance è stato suggerito dal fatto che Reti Distribuzione srl, a differenza di quanto possa sembrare, è una società con significative complessità finanziarie in particolare nella gestione del delicato equilibrio tra investimenti e relativi ricavi tariffari. Inoltre, Reti Distribuzione srl è l’asset di maggior valore del gruppo. In un momento storico cruciale, con l’ingresso di un Socio di minoranza, che ha potuto fare la conoscenza del dott. Sosso nel corso della trattativa e della due diligence apprezzandone le competenze, si è quindi ritenuto opportuno un presidio a tempo pieno della società con persona di massimo affidamento e capacità, in particolare per la gestione degli investimenti e dei report periodici da implementare anche in ottica di trasparenza verso il nuovo Socio.
  2. Per ciò che concerne l’assetto organizzativo, a valle dell’Assemblea, verranno definite le nuove modalità sulle quali si è già lavorato e che si stanno disegnando, con due punti fissi come richiesto anche dai Soci nelle ultime Assemblee: a) maggiore autonomia e responsabilizzazione dell’organizzazione e nello specifico del dott. Deiro (CFO), persona di indubbie capacità e serietà ampiamente testate ed apprezzate in questi anni dal Consiglio di Amministrazione, dal Collegio Sindacale e dalla struttura; b) passaggio in Consiglio di Amministrazione di tutte le competenze che precedentemente il Presidente avrebbe potuto esercitare con firma congiunta con il Vice Presidente. Cogliamo l’occasione per ricordare che già ora le deleghe e i poteri degli amministratori esecutivi e le procure del Direttore e del responsabile amministrativo non possono permettere che singolarmente siano prese decisioni delle dimensioni di quella di Tradecom. Con il trasferimento al Consiglio di Amministrazione di ulteriori competenze, il perimetro verrà ancora più ristretto

Rimaniamo a disposizione per ogni possibile altro chiarimento.

Cordiali saluti
Andrea Ardissone

DOMANDA 2

Domanda del Socio Giuseppe Lofaro

Buongiorno,
Vorrei rivolgere un breve quesito in merito alla nomina del nuovo consigliere di amministrazione.
Sono favorevole all’introduzione di una nuova figura con le competenze necessarie a sviluppare nuovi progetti nel campo dell’efficientamento e del risparmio energetico ma, sarebbe interessante sapere più in concreto di cosa si occuperà in concreto (obbiettivi reali e misurabili) e con quali tempistiche verranno realizzati gli interventi che la cooperativa si prefigge.

Cordiali saluti
Giuseppe Lofaro

Risposta del Presidente di AEG Coop

Buongiorno sig. Lofaro,
rispondiamo alla sua domanda.

Il gruppo AEG è impegnato in un lavoro di riposizionamento delle proprie attività, non solo vendita di energia elettrica e gas, ma anche vendita di servizi di efficientamento energetico ai propri Soci.
Le nuove attività nel campo dell’efficienza energetica necessitano di avere competenze ed una organizzazione specifica. In questa prospettiva stiamo conducendo gli investimenti necessari affinchè si possa correttamente presidiare il nuovo segmento di servizi.
La scelta di individuare come consigliere Jody Saglia è stata quindi dettata da questa prospettiva, il nuovo consigliere ha un curriculum importante in campo ingegneristico e di trasferimento tecnologico. Il consigliere non avrà deleghe specifiche, ma potrà apportare le sue conoscenze nella trasformazione della nostra Società.
Per quanto riguarda gli obiettivi della Cooperativa nell’attività di efficientamento, come si vede dagli ultimi 2 bilanci, le attività di efficienza energetica sono cresciute nel 2019 rispetto al 2018 passando da un fatturato di euro 212.000 ad euro 875.000. Il budget del 2020 prevede attività per euro 1,9 milioni. Rispetto alle attività 2020, inoltre, la Cooperativa si sta predisponendo per offrire ai Soci servizi di efficientamento con possibilità di utilizzare il beneficio fiscale del 110%.

Cordiali saluti
Andrea Ardissone