Assemblea dei Soci 2021

Assemblea dei Soci 2021

Verso l’Assemblea 2021

Assemblea ordinaria e straordinaria dei Soci

Per una Cooperativa come la nostra è un grande dispiacere non potersi ritrovare fisicamente, il perdurare della pandemia ci impone di tutelare la salute e la sicurezza di tutti.

Ciò nonostante la relazione tra Cooperativa e Soci rimane solida. Come lo scorso anno l’Assemblea dei Soci si svolgerà attraverso la nomina di un rappresentante designato, la società AHolding srl, per il tramite della quale ciascun Socio potrà esprimere la propria intenzione di voto sui punti all’ordine del giorno.

Quindi, purtroppo, niente ritrovo fisico, ma la grande tradizione di democrazia economica non si ferma.

L’Assemblea sarà ordinaria, elettiva degli organi di governance e straordinaria.

Di seguito trovate le istruzioni di voto.

Questa pagina verrà aggiornata costantemente con tutte le informazioni necessarie all’espressione del voto.

 

ISTRUZIONI DI VOTO CON MODALITA’ DI DELEGA

Hanno diritto di intervenire all’Assemblea i Soci in conformità a quanto stabilito dalla legge e dallo Statuto Sociale.

In considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, in forza della disciplina eccezionale contenuta nel Decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18 (il “Decreto”), l’intervento in Assemblea si svolgerà esclusivamente tramite un Rappresentante Designato (come di seguito definito), cui sarà possibile conferire delega ed istruzioni di voto su tutte o alcune delle proposte all’ordine del giorno, con le modalità e nei termini di seguito descritti.

La Cooperativa ha designato Aholding S.r.l., quale soggetto (“Rappresentante Designato”) al quale i Soci possono conferire gratuitamente delega e istruzioni di voto, mediante sottoscrizione dello specifico modulo disponibile di seguito, da far pervenire al Rappresentante Designato, congiuntamente a copia della propria carta d’identità, alternativamente con una delle seguenti modalità:

VIA MAIL

dal 7 al 17 Giugno

in via telematica

Inviando la modulistica e una scansione della propria carta d’identità all’indirizzo mail assemblea@arubapec.it

DI PERSONA

dal 7 al 17 Giugno

Lun/Ven 16.00-18.00

Consegnando la modulistica presso lo sportello messo a disposizione nella Sede. In questo sportello sarà inoltre possibile chiedere informazioni relative all’Assemblea.

Al Rappresentante Designato potranno essere conferite altresì sub-deleghe, in conformità a quanto previsto dall’art. 28.3 dello Statuto in vigore, mediante sottoscrizione di un modulo anch’esso reperibile con le modalità di cui sopra.

Diritto di porre domande sulle materie all’ordine del giorno

Coloro ai quali spetta il diritto di voto possono porre domande sulle materie all’ordine del giorno prima dell’Assemblea (ovvero entro il 17 Giugno 2021) mediante invio di comunicazione all’indirizzo di posta elettronica certificata assemblea@arubapec.it o mediante consegna delle stesse al Rappresentante Designato, negli orari di sportello precedentemente indicati. Le domande e le risposte verranno pubblicate su questa pagina prima della data dell’Assemblea. La Società fornirà risposte unitarie a domande aventi lo stesso contenuto.

L’Assemblea ordinaria e straordinaria dell’Azienda Energia e Gas Società Cooperativa (“AEG Cooperativa”) è convocata presso

la Sede legale in Ivrea Via dei Cappuccini 22/A

a porte chiuse

il giorno giovedì 10 Giugno 2021, ore 9:00 in prima convocazione ed il giorno

venerdì 18 Giugno 2021 alle ore 18:00 in seconda convocazione

Ordine del giorno

Parte ordinaria

  1. Bilancio al 31/12/2020
    • Approvazione bilancio civilistico di esercizio al 31/12/2020
    • Relazione sulla gestione
    • Relazione del collegio sindacale
    • Relazione della società di revisione
    • Presentazione del bilancio consolidato di gruppo
    • Deliberazioni inerenti e conseguenti
  2. Conferimento incarico a società di revisione per certificazione bilanci, controllo contabile e revisione legale per il prossimo triennio. Determinazione del compenso. 
  3. Determinazione del compenso degli amministratori e dei sindaci ai sensi dell’art. 27.2 dello statuto sociale. 
  4. Nomina dei consiglieri di amministrazione e dei sindaci. Deliberazioni inerenti e conseguenti. 
  5. Approvazione nuovo testo del regolamento del socio, del regolamento dei lavori assembleari e del regolamento della raccolta di prestito sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti.

 

Parte straordinaria

  1. Approvazione nuovo testo dello statuto sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti

ANCHOR

Statuto e Regolamenti

Clicca sulle copertine per visionare i documenti di Statuto e Regolamenti 2021

cover regolamenti
cover statuto

Bilanci

Clicca sulle copertine per visionare i documenti di Bilancio 2020

fronte aeg
fronte reti
fronte consolidato

Documenti Aggiuntivi

Proposta motivata per conferimento incarico per la revisione legale della contabilità ai sensi dell’art. 13 d.lgs N.39/2010

Video Bilancio 31/12/2020

MODULI PER VOTAZIONE

I seguenti moduli permettono il voto per l’Assemblea 2021. 
Per i soci impossibilitati a votare, è possibile compilare la Delega ad altro Socio.
Il modulo di Delega a Rappresentante designato contiene al suo interno la Scheda di Voto.
Vi ricordiamo che i moduli, debitamente compilati, vanno inviati insieme ad una scansione della propria carta d’identità all’indirizzo mail assemblea@arubapec.it
Si chiede, ove possibile, di inviare ogni scheda di voto con una PEC diversa e nominale, per facilitare il ricontrollo dei documenti e delle schede di voto.

Andrea Ardissone illustra brevemente i punti soggetti a votazione da parte dei Soci per questo 2021.

LISTE CANDIDATE AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Lista 1

Futuro 1901 

ARDISSONE Andrea
ZAMBOLIN Alberto
GALLO Barbara
SABOLO Alessandro
SAGLIA Jody Alessandro

Lista 2

 Rinnoviamoci 

DINI Alberto
CASTIELLO Antonio
TARANTOLA Antonella
CHAISSAN Egidio Maurizio
ANDRIOLO Giuseppe

CANDIDATI AL COLLEGIO SINDACALE

  1. MANTOVANI Manuel
  2. MATTEI Simonetta
  3. CODA NEGOZIO Paolo Giovanni
  4. DEBERNARDI Paolo
  5. GOLDONI Carlo Federico
  6. TERRANOVA Calogero
Qui le Domande poste dai Soci con le Risposte del Consiglio di Amministrazione

Domande e Risposte
(clicca sul + per aprire il testo)

Domanda 1: Lettera ai Giornali - 10/06/2021
DOMANDA: Lettera ai Giornali da parte di alcuni Soci

Cari Soci della Cooperativa AEG di Ivrea,

il prossimo 18 giugno si terrà l’Assemblea ordinaria di AEG che, come lo scorso anno, non si svolgerà in presenza ma attraverso un rappresentante designato (si veda il sito aegcoop.it). Contemporaneamente si terrà pure una Assemblea straordinaria, che verte su modifiche  allo Statuto. Tali modifiche sono alquanto complesse e richiederebbero degli approfondimenti che permettano di valutarne la portata. Mentre al bilancio sono state dedicate oltre 100 pagine, del  nuovo statuto è disponibile solo il testo, senza alcun commento e neppure un testo di confronto tra attuale e nuovo.

Una delle variazioni più rilevanti allo Statuto prevede l’abolizione del quorum per dichiarare costituite, in seconda convocazione, entrambe le assemblee, ordinarie e straordinarie (art. 28). Ora il quorum è l’1% dei soci aventi diritto di voto, cioè ca 200 persone incluse le deleghe; un numero modesto visto l’alto numero dei soci (ca. 22.000) e la rilevanza della cooperativa nell’Eporediese.

Se questa variazione venisse approvata, basterebbe un numero irrisorio di soci per nominare il consiglio di amministrazione, il collegio dei sindaci, approvare i bilanci e modificare molti punti dello statuto.

E’ mai immaginabile che, dopo una convocazione con la minima pubblicità,  cinque o sei persone possano determinare le sorti di una grande  cooperativa come la nostra e dei 36 dipendenti? Lo sforzo che noi chiediamo all’attuale CdA  e a quelli futuri  è sollecitare in tutti i modi una partecipazione attiva e consapevole, certi che il quorum ora previsto sia facilmente raggiungibile.

Oltre allo Statuto, al punto 5 dell’assemblea ordinaria, vengono proposti in blocco il regolamento del socio, il regolamento dei lavori assembleari e il regolamento della raccolta di prestito sociale.  Sono documenti complessi, che necessiterebbero anch’essi di approfondimenti. Anche su questi non è stata fornita nessuna informazione, a parte il testo proposto.

Noi non vediamo  motivi di urgenza per approvare queste significative modifiche alle vita della cooperativa in una assemblea non in presenza, senza quindi la coralità e il dibattito che da sempre ci caratterizzano e che sono utili per capire bene quanto  proposto ed eventualmente proporre alternative.

Chiediamo pertanto  al Consiglio di Amministrazione che l’ordine del giorno dell’assemblea ordinaria si limiti ai primi 4 punti e che le le assemblee ordinaria e straordinaria su regolamenti e statuto vengano posticipate a quando si potranno tenere in presenza.

Qualora questa nostra richiesta non venisse presa in considerazione, chiediamo ai Soci di opporsi votando NO al punto 5 dell’Assemblea Ordinaria e al punto 1 dell’Assemblea Straordinaria.

AEG è un bene prezioso per il Canavese, contribuiamo a tutelarla!

Natalina Buscaglia

Francesco De Giacomi

Giovanna Vittone

Francesca Aimaro

Francesco Prato

Marco Zappaterra

Membri del Gruppo Soci AEG

RISPOSTA: Lettera di Risposta ai Soci

Ai Soci: Natalina Buscaglia

Francesco De Giacomi

Giovanna Vittone

Francesca Aimaro

Francesco Prato

Marco Zappaterra

Membri del Gruppo Soci AEG

 

Risposta al quesito posto in data 10 Giugno 2021

 

In merito alla Vostra richiesta di limitare l‘ordine del giorno dell’Assemblea ai soli primi 4 punti della parte ordinaria, vi comunichiamo che ciò non è possibile, in quanto l’Assemblea è stata regolarmente convocata dal Consiglio di Amministrazione in data 10/5/2021, e la convocazione è stata resa pubblica sul sito di aeg ed in gazzetta ufficiale in data 22/5/2021. Le operazioni di voto sono regolarmente partite in data 7 giugno 2021 ed una pluralità di Soci ha già espresso la propria intenzione di voto al rappresentante designato.

In merito alle considerazioni espresse nella Vostra lettera, ci permettiamo di rilevare che le proposte circa le modifiche statutarie fatte dal Consiglio di Amministrazione erano note al gruppo Soci a partire dalla riunione del gruppo Soci del dicembre 2019.

Il nuovo testo dello statuto sociale era infatti pronto per essere portato alla approvazione dell’Assemblea nell’anno 2020. Ragioni di opportunità, visto che in quel momento l’emergenza pandemica, per la prima volta ci ha obbligato ad una Assemblea a distanza, hanno suggerito di non portare il punto in Assemblea.

Il lavoro sullo statuto è continuato durante tutto il corso dell’anno 2020 e dei primi mesi dell’anno 2021, ed il gruppo soci è stato informato delle decisioni finali prima della convocazione dell’Assemblea dei Soci.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di procedere con la convocazione dell’Assemblea Straordinaria nel 2021 in quanto, a due anni dall’inizio del lavoro di revisione che parte dalla necessità di adeguare lo statuto sociale alle nuove attività ed ai nuovi sviluppi della cooperativa, la stessa, nell’interesse dei Soci, ha la necessità di intraprendere nuovi segmenti di attività.

Ci permettiamo di sottolineare, inoltre, che dal confronto con il prof. Bonfante, che ha supportato il cda nella stesura dello statuto, è emerso che il quorum in seconda convocazione non è previsto nella gran parte delle cooperative di consumo.

Ci teniamo infine ad evidenziare che nella modifica dell’articolo sui quorum costitutivi proposta all’Assemblea dei Soci, nella prospettiva di obbligare i futuri CDA della cooperativa a dare diffusione dell’Odg dell’Assemblea sono stati rafforzati gli obblighi di comunicazione della convocazione dell’Assemblea non solo sulla gazzetta ufficiale ma anche sul sito della cooperativa e sui giornali locali.

Indubbiamente il tema della partecipazione attiva e consapevole che voi ponete è un tema fondamentale nella vita di una cooperativa, vorremmo cogliere il vostro spunto per fare in modo che nel mandato del prossimo triennio siano sviluppate con i soci forme di partecipazione attiva, informata e consapevole.

Per il Consiglio di Amministrazione

Il Presidente

Andrea Ardissone

Domanda 2: Lettera di Denuncia al Collegio Sindacale - 14/06/2021
DOMANDA: Lettera di denuncia al Collegio Sindacale

Oggetto:DENUNCIA PER FATTI CENSURABILI EX ART. 2408 CC


Al Collegio Sindacale della Cooperativa AEG Ivrea 

Desidero denunciare alcuni fatti censurabili per i quali richiedo il vostro parere da esporre nel verbale e con urgenza nella sezione “domande e risposte” del sito internet in vista della prossima assemblea del 18 giugno. 

L’urgenza è dovuta al fatto che il giorno 17 giugno scade il termine per esprimere il voto. 

a) il punto 5 dell’odg dell’assemblea ordinaria non ha i requisiti della chiarezza dato che non vengono indicati i singoli articoli che si propone di variare 

b) il punto 1 dell’odg dell’assemblea straordinaria non ha i requisiti della chiarezza dato che non vengono indicati i singoli articoli che si propone di variare 

In ambedue i casi a) e b) l’indeterminatezza non è stato attenuata dai testi allegati dato che non è stato fornito neppure un raffronto tra testo attuale e nuovo testo proposto. Tale irregolarità può essere motivo di eventuale invalidazione delle delibere relative. 

Questo difetto inoltre non consente una consapevole scelta da parte dei soci, aggravata dallo svolgimento dell’assemblea in via remota che impedisce la coralità del dibattito e del voto e questo in netto contrasto con principi di democrazia economica tipici delle società cooperative. 

Ulteriore aggravante è il fatto che, fino a questo momento (sabato 12 ore 10.30) la sezione “domande e risposte ” del sito internet della Cooperativa non è ancora operativo a distanza di ben 5 giorni dall’inizio delle votazioni e quindi non riporta neppure la mail inviata il giorno 10 sera dalla socia Giovanna Vittone che chiedeva il rinvio delle delibere relative a regolamenti e statuto e annunciava il voto contrario di 5 soci. 

Sono a vostra disposizione per ogni chiarimento 

Cordiali saluti 

francesco de giacomi 

socio 

RISPOSTA: Lettera di Risposta del Collegio Sindacale - Parere dei Sindaci

Oggetto: relazione del Collegio Sindacale all’assemblea dei soci in merito a denuncia ex art. 2408 c.c. pervenuta in data sabato 12/06/2021 da parte del socio Francesco De Giacomi.

E’ pervenuta una denuncia per “fatti censurabili” ex art. 2408 c.c. con la quale il socio Francesco De Giacomi lamenta che:

  1. il punto 5 dell’odg dell’assemblea ordinaria non ha i requisiti della chiarezza dato che non vengono indicati i singoli articoli che si propone di variare.
  2. il punto 1 dell’odg dell’assemblea straordinaria non ha i requisiti della chiarezza dato che non vengono indicati i singoli articoli che si propone di variare.

In ambedue i casi a) e b) l’indeterminatezza non è stata attenuata dai testi allegati dato che non è stato fornito neppure un raffronto tra testo attuale e nuovo testo proposto. Tale irregolarità può essere motivo di eventuale invalidazione delle delibere relative.

Preliminarmente il Collegio rileva che:

  • la gestione dell’impresa sociale spetta in via esclusiva agli amministratori (art. 2380 bis, primo comma), i quali hanno poteri di gestione estesi a tutti gli atti che rientrano nell’oggetto sociale e di proporre l’assunzione delle delibere necessarie allo svolgimento dell’attività sociale;
  • L’assemblea è chiamata a deliberare consapevolmente in merito alle proposte formulate dal CDA ed esplicitate nell’ordine del giorno dell’assemblea stessa;
  • Il Collegio Sindacale ha la funzione di controllo di legittimità riguardo al rispetto della legge. In caso di denuncia individuale ai sensi dell’art. 2408 c.c. al Collegio compete la verifica della fondatezza dei fatti denunciati.

Si precisa che in linea generale i “fatti censurabili” consistono in:

  • fatto irregolare o illecito compiuto da persone o organi della società derivante da deviazioni dalla norma giuridica o dalla norma statutaria;
  • inadeguatezza dell’assetto organizzativo, dell’assetto amministrativo-contabile;
  • irregolarità nella gestione.

Il collegio rileva il fatto che l’emergenza pandemica impedisce lo svolgimento di assemblee societarie nella modalità “in presenza”, limitando di conseguenza l’usuale dibattito che sottostà alla formazione delle delibere assembleari.

Con riferimento alle fattispecie denunciate viene lamentata la mancanza del requisito della sufficiente chiarezza relativamente:

  • al punto 5 ODG assemblea ordinaria: “approvazione nuovo testo regolamento del socio, del regolamento dei lavori assembleari, e del regolamento della raccolta di prestiti sociali. Deliberazioni inerenti e conseguenti.”
  • al punto 1) dell’ODG assemblea straordinaria: “approvazione nuovo testo statuto sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti”.

Il denunciante ritiene altresì che l’indeterminatezza di tali 2 casi non sia stata attenuata dal contenuto dei testi messi a disposizione dei soci mediante pubblicazione sul sito istituzionale e che al contempo non sia stato fornito alcun raffronto tra il testo attuale ed il nuovo testo proposto.

Con riferimento a tale denuncia è necessario effettuare un distinguo tra i 2 punti contestati.

a) relativamente al punto 5 ODG assemblea ordinaria / nuovi regolamenti, il Collegio fa presente che le disposizioni normative in ambito cooperativistico inequivocabilmente attribuiscono, salvo diversa disposizione, all’organo amministrativo (CDA) il potere di definire i regolamenti della cooperativa relativamente a singole fattispecie, comunque sempre nel rispetto della legge e dello statuto. Nel caso di specie l’organo amministrativo di AEG, sebbene non vincolato da alcuna norma ha ritenuto di portare a votazione assembleare la sua proposta di modifica dei regolamenti in questione.

b) relativamente al punto 1 ODG assemblea straordinaria, il Collegio rileva che il testo dello statuto proposto alla delibera assembleare   stato portato all’attenzione dei soci nel rispetto delle forme e della tempistica prevista dalla legge. 

Il rilievo formulato nella denuncia pervenuta motiva, per entrambe le fattispecie a) e b) la carenza dei requisiti di chiarezza degli argomenti in discussione sul presupposto che “non vengono indicati i singoli articoli che si propone di variare”. 

Relativamente a tale aspetto si rileva che per prassi ed esperienza maturata è d’uso che in occasione di proposte di modifiche statutarie e / o di regolamenti vengano proposte delle “tavole sinottiche” al fine di agevolare il confronto tra i testi.

Tale prassi, seppur apprezzabile, non è vincolante e rimangono nella discrezionalità del CDA le modalità informative ritenute più opportune.

In conclusione, il collegio ritiene che non sussista alcuna fattispecie di fatto censurabile relativamente ai punti sovraesposti.

Vi, infine, un terzo rilievo formulato dal denunciante circa la non operatività della sezione “domande e risposte” del sito della cooperativa.

Il Collegio ha contattato il Presidente del CDA per avere delucidazioni in merito; egli ha riferito “nessuna altra questione o domanda è pervenuta prima di quella posta dalla socia Vittone Giovanna e firmata da altri cinque soci, che risulta pervenuta giovedì 10 in serata. La domanda è stata pubblicata sul sito istituzionale insieme alla risposta con decorrenza sabato 12 giugno nel pomeriggio”.

Il collegio riscontra che la sezione “domande e risposte” del sito aziendale è attualmente funzionante e che risultano pubblicata sia la richiesta della socia Vittone e degli altri cinque soci che la conseguente risposta istituzionale.

Non si rileva inerzia censurabile.

Ivrea, 13/06/2021

Il collegio sindacale

Dott. Debernardi Paolo (firmato in originale)

Dott. Coda Negozio Paolo (firmato in originale)

Dott. Terranova Calogero (firmato in originale)